• levi ok home1
    Carlo Levi
  • gesualdo-da-venosa
    Gesualdo da Venosa
  • morra home ok1
    Isabella Morra
  • orazio home ok1
    Quinto Orazio Flacco
  • papaleo ok home1
    Rocco Papaleo
  • gesualdo ok home1
    Giovanni de Gregorio detto “Il Pietrafesa”
  • donald ok home1
    William Donato Phillips
  • scotellaro home1
    Rocco Scotellaro
  • alianelllo
    Carlo Alianello
  • coppola
    Francis Ford Coppola
  • michele tedesco ico
    Michele Tedesco
  • janora ico
    Michele Janora
  • ridola
    Domenico Ridola
  • De Luca
    Don Giuseppe De Luca
  • Albino Pierro
    Albino Pierro
  • Giustino Fortunato
    Giustino Fortunato
  • F.S.Nitti
    F.S. Nitti
  • sinisgalli
    Leonardo Sinisgalli
Stampa

Biografia

Postato in pietrafesa

ANZI CHIESA S. LUCIA  webLe sue origini sono impresse nel nome d’arte attorno a cui ha costruito la sua straordinaria fama, “Pietrafesa”, come l’antica denominazione di Satriano di Lucania, il comune della provincia di Potenza dove l’artista di scuola napoletana, Giovanni De Gregorio, nasce tra il 1579 e il 1580.

In realtà l’anno si desume da un documento notarile napoletano del 1595, secondo il quale “il pittore Fabrizio Santafede si impegna a prendere a bottega per sei anni il quindicenne Giovanni De Gregorio da Pietrafesa” e, pare, che nel 1595 Giovanni avesse 15 anni. 

Mentre risulta difficile ricostruire in maniera dettagliata la sua biografia, è più semplice mettere insieme i tasselli che riconducono alle sue opere attraverso i luoghi, tra Basilicata e Campania, in cuii sono custodite. Gran parte delle sue creazioni, molte delle quali gli sono state solo “attribuite”, l’artista lucano le realizza tra il 1608 e il 1653.

Molto attivo nel Regno di Napoli, in quelle che oggi corrispondono alle province di Potenza e Salerno, Giovanni De Gregorio firma straordinarie espressioni artistiche i cui soggetti sono Santi, Madonne, Cristi e Angeli disseminati in graziose chiese dei comuni di Polla e Sala Consilina, Anzi, Tito e Potenza e, ancora, Pietrapertosa, Abriola e la sua Satriano di Lucania.

Spostandosi tra paesi e contrade, il Pietrafesa ha firmato tele dal valore inestimabile lasciando traccia del suo stile inconfondibile intriso di un naturalismo sofisticato e dai toni cromatici vivi.
Colpito dalla peste, all’età di 77 anni, Giovanni muore a Vignola, oggi Pignola, comune della provincia di Potenza un tempo sede della sua bottega divenuta scuola per artisti tra i quali Giuseppe De Gregorio, il figlio adottato dopo la precoce morte della moglie e dei loro due figli.

Nel suo testamento Giovanni De Gregorio, detto il Pietrafesa, ha lasciato scritto questo epitaffio. “Da vivo ho preparato per me questa dimora nella quale potessi una volta morto riposare. Ora tu sai chi sono o meglio chi sia stato. Io al contrario non posso da queste tenebre riconoscerti, o passeggero, ma ti prego perché tu conosca te stesso. Salve!".

Share