• levi ok home1
    Carlo Levi
  • gesualdo-da-venosa
    Gesualdo da Venosa
  • morra home ok1
    Isabella Morra
  • orazio home ok1
    Quinto Orazio Flacco
  • papaleo ok home1
    Rocco Papaleo
  • gesualdo ok home1
    Giovanni de Gregorio detto “Il Pietrafesa”
  • donald ok home1
    William Donato Phillips
  • scotellaro home1
    Rocco Scotellaro
  • alianelllo
    Carlo Alianello
  • coppola
    Francis Ford Coppola
  • michele tedesco ico
    Michele Tedesco
  • janora ico
    Michele Janora
  • ridola
    Domenico Ridola
  • De Luca
    Don Giuseppe De Luca
  • Albino Pierro
    Albino Pierro
  • Giustino Fortunato
    Giustino Fortunato
  • F.S.Nitti
    F.S. Nitti
  • sinisgalli
    Leonardo Sinisgalli
Stampa

I luoghi

Postato in Ridola

Matera


matera luoghi
Impossibile non lasciarsi incantare dal fascino senza tempo di Matera. Uno sguardo dalla balaustra che da Piazza Vittorio Veneto affaccia sui Sassi ci rivela che ogni meraviglia è lì, sotto il cielo, pronta per essere scoperta passo dopo passo. E così ci si avventura, rapiti, tra le intricate viuzze che accarezzano le caratteristiche dimore di tufo, ci si ferma a curiosare nelle tipiche botteghe artigiane, si entra in ogni chiesa per ammirarne i tesori: la Cattedrale, la chiesa di Santa Chiara, quella di San Francesco e la chiesa di San Domenico. Si assapora il silenzio che emana la gravina, spezzato solo dai suoni dell’acqua del torrente sottostante, e si osservano le grotte sparse qua e là sulle alture di fronte. Quelle grotte che il Ridola esplorò incessantemente, anch’egli convinto che fossero lì, sotto il cielo, pronte a raccontare antichissime storie. E dopo un emozionate visita al Parco delle chiese rupestri, si torna in centro per apprezzare i tesori del Museo Nazionale d’arte Medievale e Moderna di Palazzo Lanfranchi e del MUSMA, il museo della scultura contemporanea, unico in Italia per la sua particolare ubicazione. E infine si raggiunge il Museo Archeologico Nazionale dedicato a Domenico Ridola, un emozionante viaggio nella storia dell’uomo in territorio materano con reperti di ogni genere che abbracciano un lunghissimo periodo, dal Paleolitico all’età medievale.
E per rendere il tour davvero indimenticabile non si può non assaporare la magia che i Sassi emanano di notte, per poi rifugiarsi in qualche tipico locale a gustare prelibatezze o ad ascoltare musica.
Share