• levi ok home1
    Carlo Levi
  • gesualdo-da-venosa
    Gesualdo da Venosa
  • morra home ok1
    Isabella Morra
  • orazio home ok1
    Quinto Orazio Flacco
  • papaleo ok home1
    Rocco Papaleo
  • gesualdo ok home1
    Giovanni de Gregorio detto “Il Pietrafesa”
  • donald ok home1
    William Donato Phillips
  • scotellaro home1
    Rocco Scotellaro
  • alianelllo
    Carlo Alianello
  • coppola
    Francis Ford Coppola
  • michele tedesco ico
    Michele Tedesco
  • janora ico
    Michele Janora
  • ridola
    Domenico Ridola
  • De Luca
    Don Giuseppe De Luca
  • Albino Pierro
    Albino Pierro
  • Giustino Fortunato
    Giustino Fortunato
  • F.S.Nitti
    F.S. Nitti
  • sinisgalli
    Leonardo Sinisgalli
Stampa

Itinerari Tematici - Rocco Scotellaro

Postato in scotellaro

casas scotellaro smallMatera, la città dei Sassi, Candidata a Capitale Europea della Cultura 2019, rappresenta il punto di partenza di questo itinerario sulle orme di Rocco Scotellaro, l'insigne meridionalista nato a Tricarico, comune di cui è stato due volte sindaco (1946-1948 e fino al 1950) e che costituisce proprio la meta di questo percorso. Intraprendere questo viaggio significa poter apprezzare altri due paesi lucani dalle ricchezze artistiche e architettoniche inequivocabili: Montescaglioso e Miglionico, entrambi nella provincia materana.

A guardarli attentamente dalla giusta prospettiva: il Barisano a nord ovest, il Caveoso, a sud, con al centro la Civita - il nucleo più antico dell’abitato -, i
Sassi di Matera “disegnano” una farfalla in procinto di volare. Dal ’93 Patrimonio Mondiale 

Matera - Chiesa Rupestre di Santa Luciadell'Unesco, le case-grotta rappresentano un complesso urbano composto dall'avvicendarsi di vicoli e scale, grotte, palazzotti signorili e chiese scavati nel tufo. Culla dell'arte e del sapere, al punto da esser candidata a "Capitale Europea della Cultura 2019", Matera ospita numerosi musei: il Museo Archeologico Nazionale "Domenico Ridola", il Museo della Scultura Contemporanea (Musma), negli splendidi ambienti di Palazzo Pomarici, e quello Nazionale d'Arte Medievale e Moderna della Basilicata, all'interno di Palazzo Lanfranchi. Su questo territorio sorge anche il Parco Regionale Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano, anch'esso Patrimonio Mondiale dell'Unesco e uno dei più spettacolari paesaggi rupestri d'Italia.Dal fascino inequivocabile, in località Pietrapenta, è di straordinaria bellezza La Cripta del Peccato Originale, la chiesa-grotta definita “Cappella Sistina” della pittura parietale rupestre per il ciclo di affreschi che illustra il racconto biblico dei primi capitoli della Genesi. In questo percorso si arriva a scoprire un altro importante centro storico-culturale: Montescaglioso, patria di due grandi nomi della scultura lucana seicentesca: Altobello e Aurelio Persio. In questo comune della provincia materana si fa ammirare in tutta la sua imponenza l’Abbazia di San Michele Arcangelo, uno dei più significativi monumenti della Basilicata che molti fanno risalire all’anno Mille. Numerosi affreschi raffiguranti santi, filosofi e figure allegoriche ne decorano i chiostri, il piano superiore e la biblioteca,Montescaglioso - Abbazia di San Michele Arcangelo impreziosita anche da dipinti di Girolamo Todisco, mentre il campanile medievale conserva bifore per ogni lato.
Spostandosi leggermente a nord, affiora un’altra perla lucana: Miglionico con il suo imponente Castello del Malconsiglio, così denominato perché tra le stanze del maniero, intuita la congiura dei baroni meridionali ordita a suo danno, il re Ferdinando I d’Aragona avrebbe fatto giustiziare i capi Girolamo e Luca Sanseverino. Opere pregevoli sono custodite poi nella Chiesa di Santa Maria Maggiore: il Polittico del maestro veneto Cima da Conegliano composto da 18 tavole con al centro la raffinata Vergine in Trono con Bambino e San Giovanni Battista; opere del Tintoretto e del Guercino; un Crocifisso ricco di tensione emotiva tanto che Mel Gibson ha scelto di utilizzarlo in una scena del film “The Passion” girato a Matera. Lascia senza fiato anche la Pietà scolpita da Altobello Persio.
Passando per Grassano, uno dei luoghi di confino di Carlo Levi, grande amico di Rocco Scotellaro, si è in dirittura di arrivo. Ultima tappa di questo itinerario è proprio il paese natale del meridionalista: Tricarico. Il centro storico medioevale è tra i più importanti e meglio conservati della Basilicata composto dai quartieri arabi della Tricarico - Fonti - Santuario Santa Maria di Fonti“Ràbata” e “Saracena”, quelli normanni del “Monte” e “Piano”, e la “Civita”. Tra le numerose chiese si distingue uno dei principali luoghi mariani della regione: il Santuario della Madonna di Fonti, raggiunto a piedi ogni anno da molti fedeli, e la Cattedrale di Santa Maria Assunta. Non passa inosservata, poi, la Torre Normanna, alta 27 metri. Trovandosi in questi luoghi in prossimità del 17 gennaio o il giorno del Martedì Grasso, può capitare di udire un suono cupo e assordante, a partire dalle prime luci dell’alba, non c’è da temere, sono “L’màsh-k-r di Tricarico”, figuranti travestiti da “mucche” e “tori” che annunciano l’inizio del Carnevale Tricaricese.  

Share