• levi ok home1
    Carlo Levi
  • gesualdo-da-venosa
    Gesualdo da Venosa
  • morra home ok1
    Isabella Morra
  • orazio home ok1
    Quinto Orazio Flacco
  • papaleo ok home1
    Rocco Papaleo
  • gesualdo ok home1
    Giovanni de Gregorio detto “Il Pietrafesa”
  • donald ok home1
    William Donato Phillips
  • scotellaro home1
    Rocco Scotellaro
  • alianelllo
    Carlo Alianello
  • coppola
    Francis Ford Coppola
  • michele tedesco ico
    Michele Tedesco
  • janora ico
    Michele Janora
  • ridola
    Domenico Ridola
  • De Luca
    Don Giuseppe De Luca
  • Albino Pierro
    Albino Pierro
  • Giustino Fortunato
    Giustino Fortunato
  • F.S.Nitti
    F.S. Nitti
  • sinisgalli
    Leonardo Sinisgalli
Stampa

Eventi

Postato in Philips

  • La Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo - Atella

  • La Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo - Maschito

  • La Retnes - Maschito

  • Un giorno di Agosto, la venuta di Papa Urbano II - Banzi

  • La Cavalcata dei Normanni - Banzi

  • La Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo – Ripacandida

La Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo - Atella

Nel centro storico di Atella, il giorno del Giovedì Santo, la storica Via Crucis ripropone le fasi precedenti alla morte di Gesù. Ogni punto della città viene attraversato coinvolgendo il pubblico distribuito lungo le strade in un clima di intenso pathos. Molto simbolica è la figura del Cireneo, particolarmente suggestivo è il momento della Crocifissione di Gesù tra i due ladroni.

Per info:
Pro Loco Vitalba
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
T. +39 0972 715730
MOB. +39 3388864665

http://www.basilicataturistica.com/la-rappresentazione-del-sacro-nel-vulture-melfese/

La Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo - Maschito

Il Venerdì Santo a Maschito si ha l’occasione di scoprire il paese arbëreshë attraverso il percorso della Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo che tocca i punti più caratteristici: dalla Chiesa Madre di Sant’Elia Profeta alla Fontana Skanderbeg, fino a Via Calvario, luogo della Crocifissione di Gesù Cristo. Tra i più significativi personaggi si distingue la Zingara che alle cadute di Gesù risponde con il lancio di caramelle e ceci in segno di scherno.

Per info:
Pro Loco
T. + 39 0972 383865
MOB. + 39 3383563925
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

http://www.basilicataturistica.com/la-rappresentazione-del-sacro-nel-vulture-melfese/

La Retnes - Maschito

Gli scontri tra le principali etnie fondatrici di Maschito: i Greci Coronei (Majsor) e gli Albanesi-Scuterini (Cndrgnan) sono al centro della Retnes, evento che rievoca i legami tra la storia e l’identità della comunità maschitana. Ad Agosto la rievocazione storica in costume arbëreshe vede protagonisti  ottanta figuranti in armi e e abiti del ‘500 realizzati da artigiani del posto, tra i personaggi salienti della rievocazione spiccano Lazzaro Mathes, fondatore di Maschito e nobile capitano di ventura, e i suoi militi “stradioti”.

Per info:
Associazione culturale arbereshe
MOB. + 39 329 3260283 - + 39 347 5305931
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.corteostorico.net

Un giorno di Agosto, la venuta di Papa Urbano II - Banzi

Il corteo storico riproduce la venuta (1089) di Papa Urbano II, il Papa della Prima Crociata e del Terzo Concilio di Melfi, a Banzi. L’evento si ripete ogni anno nei giorni 17 e 18 Agosto nella cittadina lucana, rievocando tutti i momenti storici legati alla figura di Papa Urbano. Il tutto è allietato da danze e cibi prelibati dell’epoca.

Per info:
www.altobradano.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
MOB. +39 328 4799899

La Cavalcata dei Normanni - Banzi

In una suggestiva atmosfera medievale, a Banzi, il 17 Agosto, cavalieri con costumi del tempo, in groppa ai loro cavalli, evocano l’ingresso dei Normanni nel comune lucano. Lo spettacolo si conclude in Largo Urbano II.

Per info:
www.altobradano.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
MOB. +39 328 4799899

La Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo – Ripacandida

A Ripacandida, la domenica delle Palme, ha inizio il ciclo delle Sacre Rappresentazioni del Vulture Melfese in Basilicata. La più giovane delle manifestini lucane, propone la scena dell’ingresso trionfale di Gesù in Gerusalemme in sella ad un asino, mentre un centinaio di personaggi, da Piazza San Donato, attraversa i vicoli più caratteristici di Ripacandida. Molto suggestivi sono gli episodi delle tre cadute: una davanti ad ogni chiesa, dove i personaggi evangelici, come la Veronica e la Madonna incontrano Gesù.

Per info:

Associazione Culturale Papyrus
T. +39 0972 644018
MOB. +39 349 3630602

http://www.basilicataturistica.com/la-rappresentazione-del-sacro-nel-vulture-melfese/



Stampa

Gallery

Postato in Philips

Stampa

Ospitalità

Postato in Philips


RTA Residence Villa Rosa (1 stella)
Via S. Antonio snc - Loc. S. Ilario
85020 Atella
Tel.: +39 0971 83479 Cell.: +39 347 3789277 Fax: +39 0971 282974
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sito Web: www.rvillarosa.it

B&B Villa delle Rose
C.da Villa delle Rose - Loc. Monticchio Laghi
85020 Atella (Pz)
Tel.: +39 0972 081024 Cell.: +39 393 9574540 Fax: +39 0972 081024
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sito Web: www.villadellerosecountryhouse.it

Azienda Agrituristica La Valle dei Cavalli
C.da Piani di Carda
85020 Atella
Tel.: +39 0972 716240 Cell.: +39 333 1916962 Fax: +39 0972 716240
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sito Web: www.lavalledeicavalli.it


Azienda Agrituristica del Vulture
C.da Piano delle Spine, s.n.c. - Fraz. Scalera
85020 Ripacandida
Tel.: +39 0971 808757 Cell.: +39 393 7188316 Fax: +39 0971 808757
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Azienda Agrituristica Sett'Anni
C.da Cerentino, 2
85020 Maschito
Cell.: +39 348 6559955
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sito Web: www.masseriasettanni.com


Azienda Agrituristica Carrera della Regina
Ex S.S. 169 km. 48,800 - Loc. Cerasola
85010 Banzi
Tel.: +39 0971 774470 Fax: +39 0971 774470
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sito Web: www.carreradellaregina.it


Hotel Kristall (3 stelle)
Piazza Municipio, 8
85013 Genzano di Lucania
Tel.: +39 0971 775284 Cell.: +39 340 8621627 Fax: +39 0971 775284
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

B&B Da Mary
Viale XXIV Maggio, 60
85013 Genzano di Lucania
Tel.: +39 0971 775342 Cell.: +39 347 4474510

B&B Il Gattocarlo
Corso Vittorio Emanuele, 178
85013 Genzano di Lucania
Cell.: +39 338 6596679 - +39 338 4578343 Fax: +39 06 3340799
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sito Web: www.ilgattocarlo.it


Hotel D.F. di Forliano Diodato (3 stelle)
Via Cristoforo Colombo - Zona PIP, 1
75022 Irsina
Tel.: +39 0835 629040 - +39 0835 549919 Fax: +39 0835 549919
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Villa Signoriello (3 stelle)
C.da Gazzetta, s.n.c.
75022 Irsina
Tel.: +39 0835 629299 Cell.: +39 393 0857911
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sito Web: www.villasignoriello.com

La Catuva
Via Umberto Saba, 19
75022 Irsina
Cell.: +39 327 2070373 Fax: +39 0835 1820446
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sito Web: www.lacatuva.it

B&B Lucania
Via M. Gorki, 4
75022 Irsina
Tel.: +39 0835 629716 Cell.: +39 338 3446769 Fax: +39 0835 629716
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sito Web: www.bblucania.it

B&B Mantegna
Via La Vista, 8
75022 Irsina
Tel.: +39 0835 518486 Cell.: +39 338 4481353
Stampa

Itinerari Tematici - William Donato Phillips

Postato in Philips

L'anello di congiunzione tra la Basilicata e William Donato Phillips, Premio Nobel per la Fisica nel 1997, è il "villaggio" di Ripacandida, in cui nacque la madre dello scienziato. E non è un caso aver fissato lo "start" di questo viaggio ad Atella, nel cuore della Valle di Vitalba, a nord della regione, perché basta poco per proseguire fino a Ripacandida, la "Bibbia illustrata" della Basilicata, e spingersi fino a Maschito, grazioso paese arbëreshë. Per puntare poi verso Banzi, Genzano di Lucania e Irsina, dove, nella Cattedrale di Santa Maria Assunta, il visitatore è "accolto" da una figura femminile dal portamento nobiliare: è Santa Eufemia, Patrona della città, raffigurata nella statua a tutto tondo in pietra di Nanto attribuita alla scuola del Mantegna. 

Le chiese di Atella, custodi di interessanti opere d’arte, la 
Torre Angioina, unica traccia rimasta del castello distrutto dal terremoto del 1694, il sito archeologico, la cui necropoli ricostruisce presenze umane in epoca paleolitica, parlano di una città antica e dal passato prospero. Atella - Chiesa Santa Maria ad NivesSingolare è la trecentesca Cattedrale di Santa Maria ad Nives con il suo portale dalle misteriose decorazioni in stile islamico, molto graziosa è poi la Chiesa di Santa Lucia al cui interno si può ammirare il quattrocentesco affresco della Madonna Riparatrice. Prima di lasciare la città è d’obbligo una tappa al sontuoso Monastero di Santa Maria degli Angeli, un tempo abitato da frati francescani, quindi, abbandonato a seguito di ripetuti terremoti che lo hanno danneggiato. Nel centro storico di Atella, il giorno del Venerdì Santo, la storica Via Crucis ripropone le fasi precedenti alla morte di Gesù. Molto simbolica è la figura del Cireneo.Percorsi appena dieci chilometri si raggiunge Ripacandida. Oltre alla “Bibbia Illustrata” preservata nel Santuario dedicato a San Donato, Patrono della città, il suo patrimonio sacro è costituito anche dalla Chiesa Madre di Santa Maria del Sepolcro e quelle di Sant’Antonio e Santa Maria del Carmine. Un valore mistico va riconosciuto alla Chiesa di San Giuseppe che conserva la tomba di suor Maria Araneo, il cui corpo, integro, è stato ritrovato in seguito ai lavori del terremoto del 1980, a distanza di 190 anni dalla morte. Se si decidesse di intraprendere questo itinerario durante le festività Pasquali, si potrebbe dare al tour un taglio religioso-culturale seguendo il calendario delle Sacre Rappresentazioni concentrate nel corso della Settimana Santa nel Vulture Melfese. Il Venerdì Santo a Maschito (Barile e Venosa, ndr) vanno in scena i momenti salienti delle quattordici stazioni della Via Crucis. La Processione offre l’occasione di scoprire il paese arbëreshë dal momento che ne tocca i punti più caratteristici: dalla Chiesa Madre di Sant’Elia Profeta, con il quadro della “Madonna dei sette veli”, particolarmente venerato perché considerato miracoloso, alla Fontana Skanderbeg, una tra le numerose presenti a Maschito, un tempo indispensabili perché nelle case non c’era l’acqua potabile. Da visitare sono anche la Chiesa del Caroseno, al cui interno è custodito un pregevole affresco della Madonna col Bambino, e quella della Madonna del Rosario. Attraversando i vicoletti di MaschitoMaschito - Chiesa della Madonna del Caroseno si incrociano gli interessanti Palazzi gentilizi.
In meno di mezzora si arriva a Banzi, il cui nome è legato a due aspetti culturali di grande interesse: la cosiddetta “Tabula Bantina”, un testo epigrafico in lingua osca rinvenuto nel vicino territorio di Oppido Lucano, oggi custodita presso il Museo Nazionale di Napoli, e la “Fons Bandusiae” cantata da Orazio nel Terzo Libro delle Odi. Sebbene per alcuni studiosi la fonte non sia collocabile in Basilicata, altri avrebbero individuato il paesaggio descritto dal poeta lucano proprio entro i confini del territorio bantino. Sullo stesso insiste la più antica abbazia benedettina della Basilicata, la Chiesa di Santa Maria. Quasi dieci minuti separano il territorio di Banzi da quello di Genzano di Lucania. Caratteristica di questo centro dell’alto Bradano, che sorge su un promontorio collinare suddiviso in due nuclei: paese vecchio e paese nuovo, è la Fontana Cavallina in stile neoclassico. Sulla sua sommità svetta una scultura della dea Cerere. Palazzi storici e luoghi di culto dalle pregevoli opere completano il ricco patrimonio di Genzano di Lucania. Da qui, percorrendo tredici chilometri esatti, si possono ammirare i resti del Castello di Monteserico, restaurato di recente, utilizzato da Federico II, pare, come luogo di ristoro nel corso dei suoi viaggi tra Basilicata e Puglia. L’epilogo di questo intenso viaggio coincide con Irsina, l’antica Montepeloso. Uno scrigno di cultura in cui l’arte e la devozione rappresentano i tesori più preziosi. Simbolo della città è la Cattedrale di Santa Maria Assunta, uno dei più importanti monumenti della Basilicata. Tra le numerose ragioni legate al valore riconosciutole - la maestosità e le Irsina - Cattedrale Santa Maria Assunta caratteristiche architettoniche - si distingue la statua a tutto tondo in pietra di Nanto raffigurante Santa Eufemia, Patrona della città, attribuita al grande Andrea Mantegna. Il capolavoro scultoreo è stato ospite di prestigiosi eventi: il quinto anniversario della Morte del Mantegna a Mantova (2006) e una mostra allestita al Louvre in onore dell’artista rinascimentale (2008). Spostandosi nella splendida cripta della Cattedrale si può ammirare parte della cosiddetta collezione “De Mabilia” che custodisce anche il Reliquiario d’argento con le ossa di un braccio della Martire. A poca distanza dal centro storico, in Contrada Fontana, si trova il sistema dei Bottini o Percorso della Fontane, stretti e suggestivi cunicoli sotterranei ad altezza d’uomo, visitabili.   

 

Stampa

I Luoghi

Postato in Philips

Ripacandida
ripacandida web
Qui nasce Mary Catherine Savino, madre di William Donato Phillips, Premio Nobel per la Fisica nel 1997. Ripacandida rappresenta il cuore sacro del Vulture-Melfese con il prezioso Santuario di San Donato, per cui è stata denominata "Assisi Lucana". La semplice facciata, impreziosita dal portale del XVII secolo, dà accesso ad uno spettacolo raro. Nel piccolo tempio di Ripacandida figure di Santi e immagini allegoriche sembrano danzare con eleganza lungo le pareti, componendo il ciclo di affreschi che rimanda agli episodi salienti raccontati nei testi sacri. Vita e Passione di Gesù Cristo, Resurrezione, immagini che fanno riferimento all’Inferno e il Paradiso con Cristo in trono sono alcuni degli episodi raffigurati.
Molto intenso è l’affresco in cui si riconosce il momento in cui San Francesco riceve le stimmate. Autore dei dipinti sarebbe un artista sconosciuto della scuola giottesca. Monumento Nazionale, il Santuario è gemellato con la Basilica di San Francesco di Assisi.
Uscendo dalla Chiesa di San Donato, sulla sinistra, si può visitare il
Giardino di San Francesco D’Assisi: un labirinto di alberi centenari di straordinaria bellezza.  

Altri articoli...