Stampa

I Luoghi

Postato in de luca

Sasso di Castalda


sasso itinerari
Probabilmente Sasso di Castalda, l’antica Pietra Castalda, era popolata già in epoca romana. Per la sua particolare conformazione geologica divenne una strategica roccaforte normanna nel 1200 e feudo di molte importanti famiglie come i Caracciolo e i Conti Gaetani d’Aragona.  A questo stupendo borgo, crocevia di molti popoli, si deve probabilmente l’innato amore per la storia che anima don De Luca. A lui il paese ha reso omaggio istituendo il Parco Letterario Don Giuseppe De Luca nell’antico palazzo di famiglia. Qui trovano posto non solo parte della sua biblioteca, ma anche numerosi eventi culturali ispirati al suo percorso intellettuale e al grande patrimonio storico delle aree circostanti.

Brienza


brienza itinerari
Brienza, forse di origine longobarda, luogo di memorie della fanciullezza di don De Luca, è uno dei pochi luoghi in Basilicata a conservare l’architettura di borgo medievale. Quel borgo che pare quasi essere costantemente sorvegliato dal quattrocentesco Castello Caracciolo che si erge poco lontano. Il popolo burgentino è da sempre orgoglioso delle proprie radici. Lo si evince dalla particolare cura nel preservare i luoghi di interesse storico, i palazzi nobiliari dai portali finemente lavorati, le chiese e la piazza, importante luogo di incontro della comunità. Qui, di fronte al Municipio, si erge la statua di Mario Pagano, il giurista, filosofo e illuminista nato a Brienza che nel 1799 fu tra i protagonisti della Repubblica partenopea . Per i suoi ideali fu condannato a morte in quello stesso anno. All’interno del Municipio il Centro Studi Mario Pagano custodisce un’importante biblioteca di circa 5.000 volumi, alcuni dei quali appartenuti allo stesso Pagano.